Array Dove danzeremo domani? - Documentari: guarda le produzioni di zenit arti audiovisive

Dove danzeremo domani?

Dove danzeremo domani?

Novembre 1942.
L'esercito italiano occupa diversi dipartimenti nel sud-est della Francia.
Nelle Alpi, migliaia di ebrei si rifugiano in queste zone italiane. Si crea un'oasi di pace, al sicuro dai nazisti e da Vichy... fino all'8 settembre 1943. Di fronte all'arrivo dei tedeschi, i soldati italiani fuggono con gli ebrei attraverso le montagne, un esodo pieno di insidie. Grazie a lettere, a memorie e a straordinarie fotografie private, questo documentario ripercorre questi eventi attraverso la storia d'amore tra Rima Dridso Levin, un'ebrea russa, e Federico Strobino, un ufficiale italiano.

Produzione: Zenit Arti Audiovisive (Italia) e Nilaya Productions (Francia)
Con la partecipazione di: Rai Documentari e France Télévisions
Con il sostegno di: MIC-Ministero della Cultura, Piemonte Doc Film Fund -Fondo regionale per il documentario, Fondation pour la mémoire de la Shoah, Fondation Rothschild, Procirep –Société des producteurs et de l’Angoa, Centre national du cinéma et de l’image animée

Scritto e diretto da: Audrey Gordon
Prodotto da: Massimo Arvat, Patricia Boutinard Rouelle
Montaggio: Marco Duretti
Voci narranti: Roberta Caronia, Paolo Mazzarelli
Musica originale: Eric Slabiak
Fotografia: Fanny Mazoyer
Suono in presa diretta: Fabrice Fuzillier, Benjamin Silvestre
Consulenza storica: Alberto Cavaglion, Jean-Louis Panicacci, Paolo Veneziano
Animazioni: Linda Kelvink
Ricerche archivio: Ilaria Sbarigia
Produttrice artistica: Marianne Jestaz
Direttore di produzione: Mathieu Cabanes
Assistente regia: Hugo Grillo

Anno di produzione: 2021
Durata: 52 minuti
Genere: Documentario

Biografilm Festival, 2020, Bologna

ARTICOLI CORRELATI

4 giugno 1947, una pastorella di 7 anni, Angela Volpini, sta conducendo le mucche al pascolo, quando all’improvviso si sente sollevare: "Ho girato la testa e mi sono trovata dinnanzi il volto di una donna, di una bellezza mai vista..."

Richie e Schoolboy sono due giovani gangster cresciuti nelle township vicino Città del Capo il documentario esplora la realtà delle gang in Sud Africa

La partita infinita racconta l'esperienza di alcuni utenti dei Servizi di Salute Mentale e della creazione nel progetto “Matti per il calcio”

Realizzato da: Hanz&co. e Edit Web