Cultural Shock

Cultural Shock

Cultural-Shock è un progetto crossmediale di intrattenimento educativo che vuole dare voce alle nuove generazioni esplorando il tema della seconda generazione attraverso una serie di viaggi avventurosi nei paesi di origine dei suoi protagonisti. Il programma è stato promosso con un casting in rete, in cui si cercava una coppia di giovani (un italiano e uno di origine straniere) che sarebbe poi diventata protagonista del programma.


I partecipanti si presentavano con un breve video nel quale indicavano una meta, una missione e sceglievano un compagno di viaggio. In poco più di un mese abbiamo ricevuto 40 richieste di partecipazione, che sono state votate da 4.000 utenti registrati sul sito

La coppia vincitrice, formata da Agnese e Rasid (giovane cittadino italiano nato in Bosnia) ha viaggiato alla scoperta delle origini di lui seguendo 5 regole, volte a fare immergere i viaggiatori nella vita e nelle abitudini del paese ospite. Cultural Shock non è una vacanza: i nostri due protagonisti non potevano dormire in hotel, mangiare al fast food né prendere taxi. Nei 12 giorni di viaggio Agnese e Rasid hanno raccontato in diretta la propria esperienza su facebook, twitter, instagram, sul sito.  Il documentario televisivo rivive le tappe del viaggio e riporta le riflessioni dei due giovani viaggiatori.

Prodotto da Zenit Arti Audiovisive
in associazione con Rai Scuola
con il sostegno del Programma Media EU
Cofinanziato dal Ministero dell'Interno, Dipartimento per le libertà civili, l'immigrazione e l'asilo
In associazione con OIM
Collaborazione Tecnica di Top-Ix
Sponsor per i trasporti: Baltour
Sviluppato in collaborazione con il progetto
2RIN CONTENT nell'ambito del POR FESR 2007/2013
con il concorso di risorse comunitarie del FESR, dello Stato Italiano e della Regione Piemonte.

Produttore: Massimo Arvat
Creative producer-autore: Davide Tosco
Autore-regista: Paolo Ceretto
Production manager: Francesca Portalupi
Web developer: Andrea Crevola
Assistente di produzione: Alessandro Ventura
Social media: Francesca Gabriele
Web master: Ilaria Amendola
Consulente didattico: Emiliano Darchini
Graphic designer: Fabrizio Bonaga
Sound designer:Mario Conte
Copyrighter: Marco Rubiola

Premi

Japan Prize 2013 Miglior Programma Educativo e Gran Premio della Giuria
Banff 2014 Miglior Documentario per Giovani
Premio Ondas 2015 Miglior Documentario TV

Festival

Prix Europa 2013 - finalista
Prix Jeunesse 2014 - finalista
Impact 2014 - sezione 60 minutes around the world
Input 2014 - selezione ufficiale


 

ARTICOLI CORRELATI

Il sogno di Peter è la storia del progetto educativo svoltosi a Nairobi dove 56 ragazzi hanno filmato cortometraggi per il National Geographic Channel

La partita infinita racconta l'esperienza di alcuni utenti dei Servizi di Salute Mentale e della creazione nel progetto “Matti per il calcio”

Andante ma non troppo-150 anni di storia d'Italia si interroga sul dilemma mai risolto: fare gli italiani o fare l’Italia? Un dibattito ancora attuale

Realizzato da: Hanz&co. e Edit Web