Francesca Portalupi

Produttrice

BIO


Lavora con Zenit Arti Audiovisive come responsabile dello sviluppo, produzione e promozione di documentari internazionali.

Ha lavorato alle seguenti produzioni internazionali: Space Hackers (2007) di E. Cerasuolo, A. Bernard e P. Ceretto, The Hidden Face of Fear (2008) di E. Cerasuolo e S. Fergnachino, Me, my gipsy family and Woody Allen (2009) di L. Halilovic, Quando Olivetti inventò il PC (2011) di A. Bernard e P. Ceretto, Andante ma non troppo (2011) di E. Cerasuolo, Murge, il Fronte della Guerra Fredda (2012) di F. Galatea,Cultural Shock (2013) di P. Ceretto e D. Tosco, Ultima Chiamata (2013) di E. Cerasuolo, Waste Mandala di A. Bernard e P. Ceretto, Luce Mia di L. Viglierchio. Il documentario Almost married (2010, First Appearance all' Idfa 2010, proiettato al MoMa di New York e in numerosi festival nel mondo) di F. Bucak e S. Fergnachino è il suo primo lavoro come producer. Nel 2011 è produttore associato del documentario Transiti di Davide Tosco, coprodotto da Docabout e Fargo Film, il primo progetto transmediale della Rai. Nel 2015 è produttore esecutivo di Numero Zero, di E. Bisi, coprodotto da Zenit e Withstand.
Collabora con l'associazione DocAbout per lo sviluppo di progetti transmediali e di storytelling digitale.
Dal 2004 fa parte dell'associazione Documentary in Europe dove coordina i laboratori di sviluppo progetti nei workshop internazionali e nel 2007 è cofondatore dell'archivio di pellicole amatoriali “Superottimisti”. E' stata local manager per la sessione italiana del workshop europeo “Eurodoc” nel 2008 e della terza sessione di “Esodoc” nel 2012 e nel 2013, mentre dal 2015 collabora con l'associazione Doc/it per l'organizzazione di IDS Academy. Dal 2004 tiene corsi nelle scuole e segue progetti di didattica 2.0 con il Museo Nazionale del Cinema.

Realizzato da: Hanz&co. e Edit Web